Plusvalenze Juve: due indagati non rispondono a interrogatorio

Plusvalenze Juve: due indagati non rispondono a interrogatorio

TORINO - Continua l’inchiesta della procura di Torino sui conti della JUVENTUS. Gli ex manager MARCO RE E STEFANO BERTOLA, presenti nell’elenco degli indagati, hanno annunciato di volersi avvalere della possibilità di non rispondere all’interrogatorio. “Le questioni in discussione - spiega il loro legale, avvocato Luigi Chiappero - sono essenzialmente di carattere tecnico e necessitano di una riflessione”. Re non è stato fra i destinatari delle perquisizioni ordinate dai pm. L’inchiesta di magistrati e guardia di finanza è concentrata sulle plusvalenze realizzate (in gran parte) sugli scambi di giocatori con altri club. “Nel 2015 - osserva ancora l’avvocato - la normativa è cambiata. La valutazione, in sé, non è reato. C’è grande discrezionalità. Se ci sono risposte da dare, dobbiamo prima conoscere il contenuto delle contestazioni. Al momento non lo conosciamo”. [Juve, plusvalenze sospette: spunta il nome di CR7] Guarda il video Juve, plusvalenze sospette: spunta il nome di CR7

Fonte: https://www.corrieredellosport.it/news/calcio/serie-a/juve/2021/12/01-87536532/plusvalenze_juve_marco_re_e_bertola_non_rispondono_a_interrogatorio/

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: